CMTL

Comunità Montana Triangolo Lariano

Si estende come una penisola incuneata tra i due rami del Lario, limitata, quasi, dalle loro acque e chiusa, alla base, dai laghi briantei di Alserio e di Eupilio/Pusiano. Il Triangolo lariano possiede un'ammirevole varietà paesaggistica: per il villeggiante che provenga dal caos cittadino, dopo pochi chilometri in auto o in treno, la penisola lariana è oasi di relax, con i suoi trentun comuni, dal più grande, la città di Erba, ai più piccoli, con meno di trecento residenti, quali Rezzago, Veleso e Zelbio.Un capitolo a parte deve essere dedicato a Bellagio, la Perla del Lario, con il suo panorama, descritto dal milanese Stendhal come uno dei più belli al mondo, con le ville ricche di storia e di arte e con il borgo che richiama un turismo internazionale d'elite.Il Triangolo lariano fu anticamente sede di pievi, liberi comuni e comunità, e con Civenna parte dell'omonima contea, posta sotto la potestà dell'abate del monastero di Sant'Ambrogio di Milano.Un "soavissimo giogo" che si estendeva anche alla confinante Limonta e alla lontana Campione, terminato solo alla fine del XVIII secolo con l'arrivo dei francesi di Napoleone. I resti di castelli e torri, i campanili romanici, lo scavo della villa romana di Schieppo, a Ponte Lambro, i massi avelli di Torno, sono il segno della storia e consentono la riscoperta delle radici culturali lombarde.Il territorio sembra infatti un luogo ideale, nato per ispirare il pennello di un pittore o la penna di un poeta: e in effetti furono molti nei secoli gli artisti che trovarono qui modo di interpretare con la propria arte i colori, i suoni e i ritmi di un mondo semplice, schietto e profondamente vero. www.cmtl.it

Seleziona uno dei servizi sottostanti per accedere ai dati dell'ente