Bellagio

Comune di Bellagio

Bellagio, posta al vertice del  Triangolo Lariano, alla base del promontorio che divide il lago nei rami di Como e di Lecco, è una delle più famose e signorili stazioni di soggiorno, con belle residenze gentilizie e caratteri naturalistico-ambientali di notevole fascino.

Le grandi glaciazioni pleistoceniche, con le loro imponenti colate provenienti dalla Valtellina e dalla Val Chiavenna, modellarono l'attuale paesaggio lariano: per almeno quattro volte i ghiacciai si spinsero verso sud fino alla Brianza. Dall'unico manto glaciale emersero soltanto le cime più elevate, tra cui il Monte S. Primo che obbligò il ghiacciaio a dividersi in due rami: da questo monte si domina l'estrema punta del Triangolo Lariano su cui sorge Bellagio.

Luogo fortificato con mura e vallo in età longobarda, in periodo comunale si schierò nella fazione avversa a Como, poi l'assoggettarono i Visconti che ne spianarono le fortificazioni. Verso fine sec. XV Ludovico il Moro la diede in feudo agli Stanga; in seguito passò agli Sfrondati, che possedevano quasi tutta la sponda E del lago, e nel 1647 parzialmente agli Airoldi. Queste e altre famiglie vi costruirono ville e palazzi, creandovi parchi ristrutturati e ampliati soprattutto nel sec. XVIII, finchè nell'800 Bellagio divenne uno dei più rinomati luoghi di villeggiatura in Europa.

 

Seleziona uno dei servizi sottostanti per accedere ai dati dell'ente